Meet & Greet di Firenze

Lo staff dell’Avenged Sevenfold Italia ha incontrato la band prima dello show al Firenze Rocks, domenica 17 giugno 2018.

Al meet erano presenti insieme a me (Giada) Anita, Mario e Davide che giornalmente si occupano di notizie e interazione sui social; Silvia e Bets che sono due nostre collaboratrici che aiutano con notizie, traduzioni e progetti secondari e Alberto che per tanti anni ha contribuito ai contenuti del sito e in particolare alla sezione sul tour che non avevamo mai potuto ringraziare come si deve per aver portato alta la nostra bandiera in tutta Europa in tutti questi anni.

L’incontro con i ragazzi è stato molto sereno ed emozionante, soprattutto per chi non li aveva ancora mai incontrati, ci sono state un sacco di risate e moltissimi abbracci. Abbiamo portato loro diversi regali sia culinari da tutte le nostre regioni d’origine sia oggetti personalizzati per ognuno di loro, perchè per me è tradizione non presentarmi mai a mani vuote e cercare di farli sentire i benvenuti nel nostro paese.

Abbiamo brevemente parlato con Brian dei Pinkly Smooth e alla domanda “quando farai uscire nuovamente materiale?” ha risposto ridendo che non lo sa. In compenso farà bei sogni dormendo con la nostra maglietta.
Matt e Brooks hanno parlato dei loro bambini con il nostro Alberto diventato papà lo scorso anno e Johnny ha subito come sempre un po’ di prese in giro goliardiche da Brian.
Zacky si è detto molto felice di essere tornato in Italia e ci ha detto di amare molto il nostro paese.

Ognuno di noi ha vissuto emozioni e momenti diversi ma posso dire che concordiamo tutti che è stato un bel momento in cui ci siamo davvero sentiti come una famiglia che si riunisce al completo dopo tanto tanto tempo, avrei solo voluto che potessero essere con noi anche gli altri 3 membri dello staff che purtroppo erano assenti.

E’ stata mia premura chiedere ai ragazzi qualche autografo in più su alcuni booklet spiegando loro che saranno messi in palio per i nostri tesserati e mi hanno ringraziata per questo e per tutto il lavoro che svolgiamo da oltre un decennio.

Quando ci è stato accordato questo meet & greet per lo staff dell’A7X Italia ho sperato di poter portare con me quante più persone della crew italiana per ringraziarle appropriatamente per il loro contributo alla nostra community. Potete immaginare quanto sia felice di avercela fatta, finalmente, e di quanto importante fosse per me che i miei compagni potessero vivere la gioia di abbracciarli almeno una volta.
Ho chiesto a tutti loro di non fare parola del meet in arrivo con nessuno fino a quando non saremmo usciti da li. Il motivo? Chiamatela scaramanzia, timore di imprevisti o come volete ma mi sembrava la cosa migliore da fare per non rischiare di tradire troppe aspettative. Fortunatamente è andato tutto per il meglio ed abbiamo passato dei minuti piacevoli con i ragazzi che sono poi saliti sul palco super carichi.

– Giada

Ci sembra doveroso condividere un po’ di foto dell’esperienza con tutti voi: