1. Montreal 25-07-10


Foto dello Show.

SCALETTA:
1. Nightmare
2. Critical Acclaim
3. Welcome To The Family
4. Beast And The Harlot
5. Buried Alive
6. So Far Away
7. Afterlife
8. God Hates Us
9. Unholy Confessions
10. Almost Easy

Eccomi qua reduce dal festival, dolorante e con i lividi ovunque.
Premetto che è stato il mio primo concerto degli Avenged quindi non vi saprò dire se mi son sembrati giù di tono o cose del genere perché non ho metri di paragone. Quello che ho visto, son stati dei ragazzi che hanno dato molto al pubblico, non credo si siano risparmati. Mi sono piazzata in fila per entrare alle 11 e 25 minuti, alle 13 ero dentro, corro al palco dello Jager e con palese disappunto ci trovo già una marea di gente, la prima fila centrale era interamente occupata da ragazze che indossavano la maglietta degli Avenged – alchè ho pensato che mai si sarebbero schiodate di là eheh…mi sono un po’ defilata sulla destra in seconda fila dietro a due ragazzi nella speranza che magari il bagno o la fame li facesse cedere)

Salgono sul palco alle 13 e 45 i Beneath the Massacre, che non so se fanno brutal metal o cosa, so solo che ho perso un timpano. Nel frattempo mi guardavo attorno sconcertata, si sono messi a pogare di brutto a mezzo metro da me e pregavo che non mi coinvolgessero in quel massacro. Finiti loro, i due ragazzi se ne vanno e magicamente mi lasciano la prima fila, le mie preghiere son state ascolate, almeno alla transenna mi sento più in salvo ahah. Quel posto lo ho difeso con i denti fino all’ultimo secondo da quel momento in poi. Passano le ore, gli Shadows Fall hanno un cantante con i capelli rasta lunghi fino alle caviglie, che stile il ragazzo. Poi i Chimaira, ho ricevuto un plettro dal loro chitarrista ma lo ho poi regalato a un ragazzone che mi voleva dare 20 dollari – credo di averlo reso felice ahah. Hatebreed tranquilli, hanno ricordato il Rev all’ultima canzone.

Premessa: ogni volta che cambiavano gruppo e toglievano il loro stendardo, appariva quello degli Avenged e il pubblico tutto quanto urlava “Sevenfold, sevenfold, sevenfold…” bellissimo. Le prime file davvero erano TUTTE per loro. Gli Alexisonfire erano l’ultimo gruppo prima degli A7X e devo essere onesta che non li ho proprio considerati manco di striscio. Ormai eravamo tutti stanchi e volevamo solo gil Avenged. Io già avvertivo i dolori post Chimaira (eh oh son vecchietta ormai) quindi figuratevi. Le scarpate che non mi son presa in faccia con quelli che facevano crowdsurfing. ahah. Fatto sta che finalmente arrivano le 18 e 45 e cominciano a prepare l’allestimento per gli Avenged. Portano le pedane, sistemano i fuochi, l’asta del microfono di Syn, soundcheck strumenti – entra la batteria, coperta da telo nero. Anche il soundcheck della batteria lo fanno con sopra il telo.

Parte il carillon di Nightmare ed è il delirio. Non saprei dire chi è salito prima sul palco, non ho visto. Da lì in poi io e la transenna siamo diventati una cosa sola ^_^ Matt ha più volte ringraziato il pubblico, dicendo che erano molto agitati e che non sapevano come tornare su un palco, ma che sono contenti della risposta, poi ha aggiunto che Syn era fucking nervous e allora Syn va al microfono e dice che è vero ma che ora è molto carico. Zacky lo ho visto davvero poco, non è venuto molto sulla destra perciò anche nelle foto che ho fatto compare poco. Matt e Johnny con cresta.
Syn e Matt con occhiali da sole tutto il tempo (forse Matt verso la fine se li è tolti). Matt ha poi presentato Portnoy dicendo che spera che tutti i fans lo accolgano nella famiglia senza esitazioni come hanno fatto loro. Lo abbiamo applaudito.

Son partiti come minimo due cori per il Rev – uno “Jimmy, Jimmy, Jimmy…” l’altro “Rev, Rev, Rev, Rev” non so dirvi in quale momento preciso. Più o meno comunque quando c’erano i cambi di strumento o Matt che parlava. Che dire. Johnny ha lanciato il suo basso bianco dopo averlo ripetutamente picchiato per terra sul palco e se la ridacchiava – Bello lo sguardo di Syn della serie ma che ti sei ammattito? Credo di aver visto ai lati del palco papà Gates e alcune ragazze – le mogli credo. Hanno concluso con Almost Easy ed è stato il delirio, mi son trovata a 2 metri da dove avevo piazzato il poster e non so manco come ci sono finita lì!
Ecco questo è quanto più o meno è successo ieri. Il momento più emozionante è stato quando hanno calato il telone con l’immagine di Jimmy – è stato un boato. Dopo qualche canzone lo hanno nuovamente cambiato con i Deathbat rappresentanti tutti e 5 i ragazzi.
Patrizia