La recensione di Buried Alive di Loudwire

Il sito Loudwire ha pubblicato la sua recensione per quanto riguarda Buried Alive, 4° singolo scelto dai ragazzi dandole 4 stelle su 5. M. Shadows ha dichiarato che volevano una versione inedita del brano come singolo e che stanno cercando un attore adatto per il video. La canzone uscirà nelle radio il 20 settembre.

Il nuovo singolo è epico. Non solo in senso critico ma anche per come è realmente costruita la canzone. Come ogni ballata potente, riesce a creare un’energia che fa tremare la terra.

La canzone non si allontana molto dallo stile dei Metallica, perchè è molto contemplativa e riflessiva, fa emergere il lato dolce degli A7X. Questo non significa che ci son andati leggeri, tutt’altro. Tutto quello che dovete fare è aspettare la seconda parte del brano dove le cose iniziano a esplodere. Il cantante Shadows dimostra di essere un cantante capace, canticchiando i suoi testi sul costante lavoro di chitarra che inizia lentamente e continua con una potenza che sembra faccia uscire tuoni dagli altoparlanti.

Le percussioni sono un’altra caratteristica della canzone. Ecco dove e quando l’energia comincia veramente ad uscire. Dove si accendono?

Al quarto minuto gli A7X alzano la posta trasformando un brano riflessivo in un mostro aggressivo e agitato pieno di riff galoppanti. Seriamente, ci ricorda di quei classici di sei minuti che negli anni 80 hanno portato un gran successo ai Metallica. Nel brano vi sono anche le influenze degli Iron Maiden. Buried Alive è pieno di umori e ritmi che lo rendono facilmente uno dei loro migliori brani di Nightmare.

Grazie alle nostre ragazze sul forum per la traduzione!

giada

4 thoughts on “La recensione di Buried Alive di Loudwire”

  1. Questa canzone e un vero spettacolo e stupenda da molta energia non ci sono parole x descriverla siete i migliori!!!!

Rispondi