Recensione dello show di Birmingham

Si stanno susseguendo le recensioni dei vari show inglesi che la band sta tenendo in questi giorni. Vi proponiamo oggi quello del The Courier che ha assistito alla data di Birmingham.
Camilla ne ha fatto un riassunto per noi:

“Tra le tante band nate negli anni 2000, gli Avenged Sevenfold sono gli unici ad aver raggiunto un tale successo a livello globale. Riempiono le arene mescolando il sound dei loro primi successi con influenze classiche e hard rock, e si distinguono per il loro logo (un teschio alato) e per l’uso di immagini macabre. Gli A7X sono attualmente in tour per promuovere il loro ultimo album, The Stage, uscito a ottobre. Ad aprire con grande entusiasmo la loro data a Birmingham sono stati gli In Flames e i Disturbed, mentre la band ha proposto una setlist che ha rivisitato tutta la loro discografia. Uno dei momenti più strani della serata è stato vedere il frontman della band, M. Shadows, portare una cassa d’acqua ai fan che si trovavano sotto la passerella, subito dopo aver promesso qualcosa di fresco quando, durante la canzone precedente, era stata lanciata una bottiglia a un fan.
Di grande effetto sono stati sicuramente i numerosi maxi schermi che fluttuavano attorno al palco, che hanno contribuito a rendere unica l’atmosfera insieme agli assoli dei due chitarristi e alla fantastica performance del nuovo arrivato, Brooks Wackerman.
E’ toccato ad Acid Rain chiudere la prima parte del set, per poi vedere la band tornare sul palco per un encore di altre tre canzoni, tra cui Bat Country.
Insomma, con il loro concerto gli Avenged Sevenfold ci hanno dimostrato ancora una volta come, nonostante siano in giro da parecchio tempo, riescano ancora a regalare degli show di altissimo livello.”

Giada & Camilla

Rispondi