Rubrica: il fan del mese #9

Ben ritrovati alla rubrica “il fan del mese”, per settembre parliamo della nostra amica Giulia.


Fan di agosto 2017: Giulia
Come ti chiami? Giulia
Quanti anni hai? 24
Di dove sei? Provincia di Torino
Da quanto ascolti la band? Facevo le medie, quindi ho iniziato ad ascoltarli per caso intorno al 2005.
Canzone preferita in assoluto? Impossibile definirne una sola, diciamo che vado a periodi. Forse quella che ancora adesso mi lascia senza fiato è Danger Line.
Top 5 delle canzoni che preferisci: Mmmm, difficile anche questa. Non in ordine ma direi M.I.A, Burn It Down, Dancing Dead, Exist e Remenissions.
Disco preferito? Assolutamente City of Evil, è stato il disco con cui li ho scoperti e tuttora penso sia il loro miglior lavoro.
Video preferito? Se la giocano alla pari Bat Country e Nightmare, entrambi per i film a cui fanno riferimento.
Hai un componente preferito? Da adolescente diciamo che l’ormone propendeva per Brian e Jimmy.. ahaha! No comunque a parte gli scherzi, li ho sempre considerati tutti quasi alla pari, difficile stabilire quale fosse il mio preferito. Li cito solo perché devo ammettere che siano stati loro a conquistarmi “musicalmente”.
Li hai mai visti dal vivo? Si, a Milano 2010, Treviso 2011, Roma 2011, Milano 2013. Purtroppo ricordo bene anche le prime date che fecero in Italia, mi mangiai le mani per non esserci andata, ma ero troppo piccola e non mi permisero di andare…
Hai tatuaggi dedicati a questa band? Per il momento no.
Hai in progetto di farne uno o altri? Sicuramente, aspetto un’idea geniale, unica e perfetta per me.
Perchè questa band ti ha colpito così tanto? Da quando ho ascoltato per la prima volta una loro canzone mi sono innamorata. Gli assoli, la batteria, la voce graffiante… e successivamente il loro stile e modo di essere. Sono davvero rimasta stregata, era il periodo perfetto della mia vita in cui avevo bisogno di ascoltare qualcosa di diverso e nuovo. Mi hanno subito fatta sentire bene e le loro canzoni erano (e sono!) uniche e cariche di energia.
La cosa che ti piace di più di loro: Il fatto che sappiano sempre reinventarsi, sorprendendomi sempre. Ogni album ha qualcosa di unico, che possa piacere o meno a tutti, ci troverò sempre qualcosa di meraviglioso.
La cosa che ti piace di meno di loro: E’ una cosa mia personale.. il fatto che siano, singolarmente, poco attivi sui social network (alcuni di loro non ne possiedono nemmeno uno). Mi spiego meglio: Ci sono periodi in cui, tra pause e scritture di album, si hanno davvero poche notizie su di loro. Capisco però anche che siano esseri umani e vogliano la propria intimità familiare… mi dispiace solo non poter avere un contatto più diretto come invece molti altri artisti creano con i propri fan. Un’altra cosa che mi piace davvero poco, ma questa non è colpa di nessuno, è che il fandom si sia esteso così tanto dopo l’evento tragico del 2009. Ma credo sia solo una conseguenza inevitabile.
Ci sono canzoni che vorresti sentire dal vivo che non sono attualmente in scaletta? Sicuramente mi piacerebbe sentire molti più brani dell’album City of Evil, per esempio Trashed and Scattered oppure Strenght of the World. Ma devo ammettere che in nessun loro live sono rimasta delusa dalla scaletta.
Qual è il ricordo più bello che hai legato a questa band? Grazie a loro ho conosciuto davvero moltissime persone con cui probabilmente non sarei mai entrata in contatto per via della lontananza. I concerti uniscono i popoli!
Il ricordo più bello legato a loro è quello di Treviso 2011, dove Matt si è fermato con Arin a salutare noi fan rimasti fuori ad aspettarli. Ma aggiungo anche il mio loro primo concerto, ad Ottobre del 2010, in cui ho davvero avuto la conferma sul perché mi fossi innamorata di loro a tal punto.
Quali foto ricordo vuoi condividere con noi?

  • Foto 1: io (visibilmente in stato di shock) con Matt a Villorba nel lontano 2011. Un’esperienza
    indescrivibile che non dimenticherò mai. Non ho mai avuto a che fare con un artista così gentile ed educato dopo un live
  • Foto 2: bottino di Villorba- biglietto e autografi di Matt ed Arin + plettro di Synyster Gates gentilmente regalatomi (A CASO) da Arin.
  • Foto 3: tutto, o quasi, ciò che possiedo su di loro tra magliette, borse, biglietti, dischi, bacchetta, ecc.. circa 10 anni di collezione (o accumulo compulsivo?) in continuo aumento.

Vorresti parlarci anche tu del tuo rapporto con la band? Il prossimo articolo potrebbe raccontare di te e di come vivi l’essere un fan degli Avenged Sevenfold!
Copia le domande che trovi qua sopra (o contattaci per fartele inviare) e poi inviaci tutto, risposte e 3/5 foto che rappresentino “la tua vita da fan” all’indirizzo email: admin@avenged-sevenfold.it
giada

Rispondi