In Ricordo: 28-12-2011

Scegliere ci è stato difficile, i pensieri son stati molti.

Ne abbiamo raccolto alcuni per voi, fan come tanti che han dedicato un
pensiero a Jimmy nel giorno del secondo anno dalla sua scomparsa.
28 Dicembre 2011.

“Penso che nulla renda meglio l’idea di questi momenti quanto Shattered By Broken Dreams, testi, situazioni, personaggi presenti, è dire che quei 2 giorni di esattamente 2 anni fa sono alcuni dei pochissimi che ricordo perfettamente dall’inizio alla fine, dopo l’sms di G mi sono sentito morto per un’infinità di tempo, una sensazione che egoisticamente credo solo pochi possano capire qui dentro, adesso sono cambiato, convivo con questa cosa, ma nessuno prenderà mai un posto così in alto nel mio podio, cheers Jimmy”
Davide T.



“Credo che tu sia stato un genio. Un genio che rimarrà per sempre nella tua musica, nella vostra musica. Un genio che vivrà per sempre nei cuori dei tuoi amici e che ispirerà i tuoi fan. Un genio che solo qualcuno un po’ pazzo come te poteva avere.”

Lorenzo L.



“Ci sei, ci sarai sempre.”
Ilaria D.



“Thank you Jimmy for showing us how much great you were, in the most spontaneous way. The way you were. The way you’re still, up there. Love you.”
Mattia C.



“Ho conosciuto la musica degli Avenged Sevenfold a Imola nel 2006 che erano di supporto ai Metallica, ricordo che rimasi FOLGORATO, dallo stile di “quel batterista” folle che fintava di picchiare le bacchette sul piatto a destra e poi dava il colpo a sinistra, e il tutto con una facilità, una precisione e una potenza incredibili! Da quel giorno in poi per 2 anni di fila, City of Evil è rimasto nel mio lettore cd dell’auto senza essere mai sostituito! incredibile! Uno degli album più belli, completi, meglio suonati e arrangiati della storia! Li dentro si sente tutto il suo talento e la passione che aveva nel fare musica e oggi… sono già passati 2 anni… incredibile! ciao Rev!”
Daniele M.



“Oggi ti ho portato con me in qualità di porta fortuna ed hai fatto effetto, come sempre. É il tuo modo di esserci ancora, per noi.”
Daniela G.



“Hey Jimbo, ti immagino a rincorre stallion ducks lassù, ma manchi fottutamente.”
Lenny M.



“Jimmy Sullivan era un genio. E come tutti i geni, era fuori dal comune, e agiva di conseguenza. C’è chi dice che fosse solo un tossico con la passione per la musica. Io dico che se non avesse avuto quel talento, quella scintilla, quella marcia in più, non avrebbe saputo regalarci la sua musica. Ed è un regalo che resta oltre la sua morte.”
Bets



“Grazie. Grazie per gli Avenged Sevenfold, per i Pinkly Smooth, per la voce, la batteria, A little piece of heaven, Afterlife, Critical Acclaim, Brompton Cocktail, Fiction. Grazie per ogni singola parola, per Waking the fallen, per aver dato voce al cuore martellante di Second heartbeat, per la demo di Nightmare che chiarisce come poche cose quanto tu sia indispensabile e quanto tu vivifichi ogni respiro di quel cd. Grazie per aver fatto la seconda voce a Matt in ogni concerto, per il deathbat, il pipistrello, per la storia della necrofilia, per le storie, per aver lasciato che dei ragni ti camminassero sul viso, per le lezioni di moda e costume. Grazie per aver rivelato cosi tanto di te, ma non tutto. Per i tatuaggi che erano un verso della tua storia e un verso anche della nostra. Grazie per averci indicato la strada e accompagnati lungo il cammino. Grazie per aver dato un senso a molte cose, per l’amore ed i sorrisi che donavi ed accettavi ogni giorno. Grazie per esser riuscito a fare tutto questo da lontano. E grazie, per averci resi partecipi del tuo sogno.

Now, whenever I hear thunder… I’ll know it’s Jimmy… Rockin’ out.
Eliana