Quadri e canzoni dedicati a Jimmy

Dopo la scomparsa di Jimmy sono stati diversi i tributi che gli sono stati dedicati da amici e fan.
Ve ne riportiamo alcuni:

Cam Rackam:

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Da sempre grandissimi amici, Cam Rackam dopo la morte di Jimmy ha deciso di prendersi un anno sabbatico dall’arte.
Ha spesso raccontato di essersi chiuso nel suo garage a dipingere fin quando non si è sentito meglio. E’ tornato nel settembre 2010 quando ha preso parte all’esibizione “Rock is Dead: A Tribute to Fallen Heros” organizzata dalla The Creep and The Hyaena Gallery di Burbank, presentando Silver un ritratto di Jimmy a cui aveva lavorato duramente.
Per l’occasione ha distribuito ai fan accorsi all’esibizione delle copie numerate di Silver.
Sempre nel 2010 si possono trovare alcuni suoi lavori anche nell’artwork di Nightmare: un altro ritratto di Jimmy intitolato “Fiction / Death” con uno studio del lettering tale da leggere una parola diversa a seconda del verso in cui si osserva la parola e il famosissimo “The Family” in cui vedevamo per un’ultima volta la band riunita in versione scheletri.

 

David Frizell:

Questo slideshow richiede JavaScript.

David Frizell aveva già lavorato per la band in diverse occasioni: per il booklet del cd/dvd “Diamonds in the Rough & Live in the LBC” e aveva curato le illustrazioni per il video animato di A Little Piece Of Heaven. Oltre a creare delle bellissime grafiche per Nightmare (dalla copertina del singolo all’80% degli artwork dell’album) nel corso degli anni ha condiviso sui suoi account alcuni dei lavori che ha fatto proprio in tributo a Jimmy. Oltre alla famosa clessidra contenuta nel booklet e nella cui parte anteriore si possono scorgere gli occhi azzurri di Jimmy (probabilmente a significare di come il tempo sia terminato per lui) era stato commissionato anche un ritratto che sarebbe dovuto essere celato da qualche parte ma che alla fine non è stato inserito. E’ opera sua anche la riproduzione del famoso abbraccio tra Jimmy, Brian e Johnny che vediamo in All Excess: ne ha condiviso la versione disegno semplice e quella colorata. Nel 2011 ha anche condiviso un pensiero per Jimmy: ha ridisegnato il Deathbat che il nostro Rev aveva tatuato sulla spalla sinistra, gli ha ridato vita con i colori e gli ha aggiunto una pergamena che riporta “Forever”.

 

Taylor Montague:

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Taylor Montague (fratello del creatore del Deathbat) è un amico di vecchia data di Jimmy e della band che ha frequentato le stesse scuole di una delle sorelle Sullivan. Da sempre in ottimi rapporti con tutta la famiglia Sullivan nel 2006 si vede commissionato da Barbara e Joe una serie di ritratti dei loro 3 figli che tengono tutt’oggi appesi nella loro sala da pranzo.
Il dipinto è stato pubblicato nel 2010 anche nella versione speciale di Revolver interamente dedicata alla band ed è stato scelto anche per il programma delle celebrazioni funebri di Jimmy. Il pittore è solito ripostare il ritratto per celebrare l’amico nel giorno della sua scomparsa.

 

Cobra Cocktail:

I Cobra Cocktail sono una band che nel 2010 ha dedicato una canzone al loro idolo, intitolata “The Plague”.

 

Bullet For My Valentine:

Da sempre grandi amici dei Sevenfold tanto da prendere parte anche alla cerimonia privata di addio a Jimmy, sembra che tra le tracce del loro album Fever del 2010 abbiamo inserito una canzone dedicata proprio al loro amico scomparso.
La canzone in questione è A Place Where You Belong, ma non siamo riusciti a trovare riscontri che confermino la cosa.

 

Disturbed:

Parliamo di un’altra grande band che ha condiviso il palco con gli A7X per tanti anni, non solo durante il The Stage World Tour europeo. Il loro affetto verso Jimmy lo hanno dimostrato quando nel 2019 hanno rilasciato la versione live del video della bellissima “Hold on to memories” dove tra le tante foto che scorrono ne troviamo diverse anche del nostro Rev.

 

Ben Stubbs:

Ex componente dei Pinkly Smooth ha scritto una canzone dedicata a Jimmy dopo la sua scomparsa. Purtroppo non siamo riusciti a trovare la versione audio del pezzo ma solo il testo:

“Wild Man”
Came rollin’, came rollin’ real fast, more so through the years
Your mind knew of truth and when you spoke the truth I’d be laughing to tears
Oh wild man Jimmy, carried his rhythm right in his pocket
Finger tips touched the keys the sticks hit the skins, and so the music begins
1, 2, 3 and then 4 right out the door into this life, then to the other side
Sing a song as we go a long let’s make it loud, really loud, louder than ever before
So the music goes on for evermore
Wild Man’s book of fiction and in this book he wrote quite a story to tell
The crazier the stories the truth somehow it rang clear as a bell
Under the pale moon light the stars are shining bright the waves they crash against the barnacle ridden posts that hold up the pier
Oh Wild Man Jimmy carry the rhythm and carry it near
1, 2, 3 and then 4 right out the door into this life, then to the other side
5…6…7 then 8 it’s never too late to; learn to fly, to learn the rhythm, or to defy
Oh wild man Jimmy, carry the rhythm right in your pocket
Oh wild man Jimmy, carry the rhythm right in your pocket
1, 2, 3 and then 4 right out the door into this life, then to the other side
5…6…7 then 8 it’s never too late to; learn to fly, to learn the rhythm, or to defy
Sing a song as we go along; let’s make it loud, really loud, and louder than ever before
So the music goes on for evermore.

 

Valary Sanders & Michelle Haner:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Non si tratta di musica o di quadri, ma anche disegnare una linea di occhiali da sole e di accessori è una forma d’arte e quindi vi riportiamo anche la Saint Owen di Valary e Michelle. Le due sorelle hanno spiegato in un’intervista che hanno scelto il nome Saint Owen proprio in onore del nostro batterista, giocando sul “Saint” che ricorda la canzone “Saint James” e “Owen”, il suo secondo nome. Hanno raccontato infatti che Jimmy avesse un vero e proprio debole per gli occhiali da sole, quale nome migliore quindi?

Viva La Rev

evento festa viva la rev

Nel febbraio 2010 in un locale di Detroit si è svolta una serata per onorare Jimmy e raccogliere fondi da donare in beneficienza in suo nome.

Lacuna Coil

Questo slideshow richiede JavaScript.

Da sempre grandi amici di Jimmy e degli Avenged Sevenfold con cui avevano condiviso sia il palco che alcune feste, i Lacuna Coil hanno menzionato il nostro Rev nel booklet del loro album del 2012 “Dark Adrenaline”:

“Negli ultimi anni abbiamo perso molti amici e vorremmo salutarli qua: Peter Steele, Ronnie James Dio, Paul Gray, Jimmy “The Rev” Sullivan. R.I.P”
“In the past years we’ve lost some friends and we’d like to salute them here: Peter Steele, Ronnie James Dio, Paul Gray, Jimmy “The Rev” Sullivan. R.I.P.”