Piccolo aggiornamento sui prossimi tour.

Dalle parole di Matt rilasciate nell’ultima intervista che vi abbiamo postato, come potrete notare, non compare nessuna città europea. Dalle intenzioni del gruppo pare che ci saranno questo mese e mezzo di tour prima di Natale, poi un break di qualche mese (forse ben 4 mesi di riposo) e poi un altro tour che li porterà nella parte del mondo che ancora non li ha visti (Giappone, Cina, Indonesia e altre parti dell’Asia). Questa è una scelta rispettabilissima che approviamo soprattutto per solidarietà con i fans che in due anni di Nightmare non sono ancora riusciti a vedere un’esibizione.
Passato questo tour (che dovrebbe quindi essere verso maggio-giugno), pare che la band andrà finalmente in meritato riposo per decidere cosa fare, di un eventuale nuovo cd e soprattutto se Arin sarà in grado di mettersi alla prova.

La speranza è l’ultima a morire, potrebbe ancora darsi che qualche data in Europa riescano ad aggiungerla magari proprio in estate in occasione dei grandi festival a cui non negano mai la loro presenza (Rock AM Ring, Download Festival etc) ma una data da headliner in Italia sembra proprio un’utopia a questo punto.

(Ringraziamo Lorenzo che ci ha anche fatto notare che il periodo di febbraio annunciato da Matt come papabile per una data italiana equivale proprio a quello in cui saranno a casa a rilassarsi)

Rimaniamo in attesa di nuove notizie.

7 thoughts on “Piccolo aggiornamento sui prossimi tour.”

  1. I ragazzi questa non la dovevano fare… prima a promettere una data a Bologna al concerto di Roma il 21 Giugno (a cui io ero presente) e poi non mantenerla: EPIC FAIL! Speriamo nel sonisphere.

  2. giusto bravo speriamo nel sonisphere!credo che comunque al sonosphere o metalcamp dovrebbero passare!!!scusa ma te li ai visti a roma?racconta non ci crerdo!come sono gli acuti di mattttt!gli assoli di sinyster!e alvin come ti sembra!!!

    1. Beh, guarda, dire che la prova dei ragazzi è stata magistrale è dire poco… forse sono stati penalizzati dall’acustica non certo ottima, ma erano tutti al meglio.

      P.S. Unica nota negativa: Zacky sembrava provenire da un’altra dimensione.

      P.P.S. Il batterista si chiama Arin, non Alvin 😉

    1. Non mi dire questo… TI PREGO! Oggi, quando avete postato il trailer del buried alive tour, mi stavo mettendo a frignare come una femminuccia.

  3. GUardate che Matt ha promesso e detto cose ma alla fine non decide lui al 100%. Siamo obiettivi, girano da anni ormai per sto tour, si meritano un cacchio di lungo riposo e fancazzismo. E poi han fatto 3 date in Italia per Nightmare. Chi troppo vuole nulla stringe.

Rispondi